APRICALE (10 km - 15 min)
Chi visita la zona non può mancare un’incursione nello splendido borgo medievale di Apricale, dopo Dolceacqua e dietro il colle di Perinaldo che, illuminato nel mattino dalla luce del sole, domina affascinante dall’alto la vallata del Nervia. La fatica di una salita per gli stretti carruggi su cui si affacciano le porte dell’ “albergo diffuso”, è ripagata dalla loro bellezza,  con scorci impreziositi dai murales e dalle opere di restauro che fin dagli anni ’60, per merito di artisti provenienti da ogni parte del mondo, ne hanno fatto un atelier all’aperto. Per poi arrivare lassù, alla piazza, dominata  dalla chiesa parrocchiale e dal Castello della Lucertola, che si anima d’estate con le rappresentazioni itineranti del Teatro della Tosse e dove, seduti davanti ad un bicchiere di vino, rileggere le pagine che Francesco Biamonti ha dedicato all’ “Angelo di Avrigue” oppure la storia di John Martin, il “trombettiere di Apricale” sopravvissuto alla disfatta del generale Custer.

www.apricale.org/it
www.teatrodellatosse.it